Home PageRicerca museo per nomeRicerca museo per zonaGuida alla consultazione

Cataloghi scientifici sistematici

Guide visita musei

Guide di città

Sussidi informativi

Mostre


Per il regolare e qualificato funzionamento dei tanti musei locali è stata avviata una organizzazione in rete finora assolutamente informale e limitata a servizi essenziali e specifici.

In particolare sono state garantite le dotazioni minime per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio, si è provveduto alla costruzione di peculiari profili professionali per gli addetti ai servizi primari, alla conseguenti attività di formazione e alla definizione delle modalità di impiego per insiemi museali e con contratti di concessione fortemente incentivanti, si è dato regolare corso alla produzione di cataloghi scientifici sistematici, di guide per la visita dei musei, città e luoghi dell’Umbria e di altre pubblicazioni e sussidi informativi.

L’esigenza di comprendere sempre meglio e di far conoscere ad un pubblico sempre più ampio i molteplici significati e i tanti motivi d’interesse delle proprie raccolte e del patrimonio diffuso nel territorio attorno è alla base del normale lavoro dei musei. Molti di essi sono già in grado di sviluppare rilevanti attività di studio, ricerca e comunicazione, tra cui anche l’organizzazione di mostre atte a valorizzare durevolmente la variegata offerta culturale umbra. Matteo da Gualdo e il Rinascimento eccentrico tra Umbria e Marche a Gualdo Tadino, le Deposizioni lignee fra XIII e XIV secolo a Montone, i disegni di Jean-Baptiste Wicar a Perugia sono solo gli ultimi episodi di un’attività ormai normalmente ricorrente, che ha in precedenza incluso le esposizioni dedicate al francescanesimo, alla scrittura etrusca e alla “Gens Antiquissima Italiae” e quelle di carattere itinerario relative alla pittura in Umbria nell’età di Raffello e, da ultimo, alle immagini e storie di santi tra territorio e musei.




Questo sito richiede il plug-in